sabato 15 giugno 2019

UNA LETTURA E UNA GUSTOSA MERENDA #1

Buongiornissimo a tutti!
Come forse avrete visto sulla nostra pagina Facebook (QUI), per le prossime settimane il blog sarà gestito prevalentemente da me, visto che Emme e Alex sono impegnati con gli esami universitari :D
Per quest'estate ho deciso di proporvi una nuova rubrica librosa... e molto golosa ;)
Vi consiglierò, infatti, alcuni deliziosi spuntini con cui accompagnare le vostre letture.
Io ogni volta vi nominerò anche un libro che secondo me è super adatto per la merenda suggerita... poi, ovviamente, voi potrete anche scegliere di leggere altro.




Spazio alla fantasia



TITOLO: Fairy Oak
AUTRICE: Elisabetta Gnone

TRAMA:
Fairy Oak è un villaggio magico e antico nascosto fra le pieghe di un tempo immortale. A volerlo
cercare, bisognerebbe viaggiare fra gli altopiani scozzesi e le brughiere normanne, nelle valli fiorite della Bretagna, tra i verdi prati irlandesi e le baie dell'oceano. Il villaggio è abitato da creature magiche e uomini senza poteri, ma è difficile distinguere gli uni dagli altri, poiché maghi, streghe e cittadini comuni abitano le case di pietra da tanto di quel tempo che ormai nessuno fa più caso alle reciproche stranezze e tutti si somigliano un po'. A parte le fate, che sono molto piccole, luminose e... volano. Questa storia è raccontata da una di loro e narra l'avventura straordinaria di due sorelle gemelle, Vaniglia e Pervinca...

venerdì 14 giugno 2019

5 COSE CHE #53

Buongiorno a tutti!
Finalmente è finita la scuola! Questo significa che d'ora in poi avrò un sacco di tempo per dedicarmi alla lettura e al blog :)
Bene, diamo inizio all'estate con il 5 COSE CHE di oggi.



5 film tratti da storie vere


COACH CARTER


Coach Carter è uno di quei film che tutti dovrebbero vedere almeno una volta nella vita; per quanto mi riguarda credo di averlo visto circa sei o sette volte, tanto da averlo inserito nella lista dei miei film preferiti. Che cos'ha di così speciale? Si tratta di un film che insegna l'importanza di porsi degli obiettivi e di sudare per raggiungerli, l'importanza della disciplina e del rispetto, dell'amicizia e del gioco di squadra: tutti aspetti fondamentali per avere successo nella vita. Credo che questo film possa essere particolarmente significativo per una persona che, proprio come me, pratica sport ad alto livello... non dico di essermi proprio rivista nei personaggi del film, ma comunque di essermi sentita vicina ad alcune loro situazioni ed emozioni sì.

giovedì 13 giugno 2019

RECENSIONE: L'ultima chance di Ilaria Vecchietti


L'amore è l'amore

 



TITOLO: L'ultima chance
AUTORE: Ilaria Vecchietti

TRAMA 
Avete mai vissuto un amore impossibile? E nonostante questa consapevolezza gli siete stati sempre vicino, soffrendo in silenzio? A Irene è successo, eppure sono stati gli anni più belli della sua vita. Ora è riuscita a tornare a casa, tutto solamente per rivedere il suo unico grande amore.





RECENSIONE


L'ultima chance
è un racconto di circa 80 pagine, in cui la protagonista, Irene, racconta la sua relazione con Fausto, il ragazzo di cui è innamorata da anni.

Dato che io sono abituata a leggere veri e propri romanzi, faccio piuttosto fatica a recensire un racconto così breve.

Partiamo dalla struttura: Irene è la voce narrante indiscussa, che attraverso un monologo/riflessione ci presenta la sua storia con Fausto, soffermandosi solo su alcuni momenti chiave della loro relazione. Il fatto che il racconto sia così breve, in certi punti, non mi ha permesso di entrare davvero nella storia, assaporando con gusto le vicende dei due protagonisti; al contrario ho avuto solo la possibilità di assaggiare qualcosa qua e là, senza godermi pienamente il viaggio nel suo complesso. Io sono una lettrice che tende a legarsi molto ai personaggi dei libri e per farlo ho, ovviamente, bisogno di tempo, ho bisogno di conoscere pian piano i vari personaggi, così da farmene un'idea e decidere quali mi stanno simpatici e quali brucerei vivi... Per via della brevità di questo racconto, ho trovato difficile entrare in sintonia con Irene e Fausto, anzi ho sempre avuto la sensazione che ci fosse quasi una barriera tra me e loro: leggevo di loro, ma non riuscivo veramente a vederli davanti a me. Peccato, perché sia Irene sia Fausto sono due personaggi introdotti abbastanza bene, ma dei quali non si sa effettivamente molto... Insomma, se si fosse trattato di un romanzo sicuramente sarebbero stati approfonditi e analizzati meglio, così, invece, la loro conoscenza rimane solo superficiale.

martedì 11 giugno 2019

SEGNALAZIONE: Beata gioventù di Vincenzo Galati

Buongiorno a tutti!
Oggi vi segnalo il nuovo romanzo di Vincenzo Galati, Beata gioventù, in uscita il prossimo 15 giugno.


 Una brigata di stravaganti nonnetti, le difficoltà della vita e un'indagine da portare a termine. I loro metodi sono inusuali, forse bizzarri e poco ortodossi, ma molto, molto efficaci!


TITOLO: Beata gioventù
AUTORE: Vincenzo Galati
PAGINE: 203
EDITORE: Oakmond Publishing

TRAMA:
Protagonisti di questa storia ironica e fuori degli schemi un gruppo di strampalati amici, un po’ in là con gli anni ma con l’entusiasmo di ragazzini scatenati, alle prese con un’incredibile avventura. Tra una partita a carte e un cruciverba, i nostri s’imbattono in un omicidio e nel furto di una vecchia moneta di enorme valore. Capitanati dall’impavida Olga, gli arzilli vecchietti mettono in atto un ingegnoso piano che proverà a trasformarli in intrepidi giustizieri dai capelli d’argento. Ma sulla loro strada si presentano ostacoli e imprevisti di ogni tipo. Riuscirà la sgangherata banda di nonnetti a dipanare il bandolo della matassa?


Spero di riuscire a leggerlo al più presto, intanto vi rimando alla recensione del blog Il mondo di SimiS.

Che ne pensate? Vi ispira?

Alex 

lunedì 10 giugno 2019

THE MIRACLE MONDAY QUOTE #58

Buongiorno a tutti, amici!
Ieri sono finiti i Nazionali FIPAV under 18 e la squadra di Marta si è classificata sesta. Cosa vuol dire? Che sono la sesta miglior squadra di TUTTA Italia: grandi ragazze!
Sono davvero fiera di loro :D


In onore di Marta – sorellina, blogger e pallavolista – per oggi ho scelto un paio di citazioni di Ivan Zaytse, capitano della nazionale italiana di pallavolo maschile.

sabato 8 giugno 2019

NEWSMAKING: il mito dell'obiettivà giornalistica

L'informazione mediatica non è mai oggettiva. L'obiettività di giornalisti e redattori nel fare informazione è solo un mito... un mito che sbiadisce di fronte all'evidenza del processo di newsmaking.


Buongiorno a tutti, lettori!
Dopo questa apertura piuttosto drammatica, vorrei spiegarvi il tema dell'articolo di oggi: parleremo di newsmaking, ovvero dei processi di produzione delle "notizie", e cercheremo di capire come nulla di ciò che leggiamo/vediamo/sentiamo sia mai neutro e neutrale.

L'intero percorso di una notizia, dalla raccolta alla presentazione, è sottoposto a una distorsione involontaria (il cosiddetto unwitting bias), causata dalle routine interne alle organizzazioni dei media e dalle linee editoriali-politiche delle varie testate.

mercoledì 5 giugno 2019

RECENSIONE: Il fabbricante di suoni di Alessandro Ricci

Ritorno all'infanzia




TITOLO: Il fabbricante di suoni
AUTORE: Alessandro Ricci
ILLUSTRATRICE: Stefania Franchi
EDITORE: Arpeggio Libero
PAGINE: 132

TRAMA
Benvenuti a Sinestenia, un fantastico mondo dove colori e suoni sono la stessa cosa. Un luogo misterioso e fiabesco, popolato da Rossopardi e Grigiofanti e dove si mangiano Aranzucche e Violanzane.
Qui vive Gabriel, un bambino diverso da tutti, ma con un grande cuore che lo porterà a lanciarsi in una strabiliante avventura, a conoscere strambi personaggi e temibili avversari.
Riuscirà a scoprire chi ha rubato i suoni e a riportare i colori al loro posto?





RECENSIONE

Il primo elemento che vorrei lodare di questo libriccino sono i disegni: io ho una passione per le macchie di colore e Il fabbricante di suoni me ne ha donate a bizzeffe.
Adoro la copertina e adoro le figure che spuntano qua e là tra le pagine, nonché le macchie che ornano i titoli dei capitoli. I disegni sono semplici, i colori volutamente strabordanti e i personaggi spesso buffi; le immagini attirano l'attenzione e soddisfano piacevolmente lo sguardo: complimenti a Stefania Franchi!

In questi pochi tratti si concretizza uno dei temi centrali del racconto, ovvero il rapporto tra suoni e colori. A Sinestenia, infatti, tutti i colori emettono suoni, perciò vista e udito sono due sensi estremamente interconnessi. Nel corso del libro, grazie a disegni e testo, questo legame sensoriale viene trasmesso alla perfezione, ci si sente addirittura davvero dentro Sinestenia.

martedì 4 giugno 2019

SEGNALAZIONE: Il mare negli occhi di Donatella Rodighiero

Buongiorno a tutti!
Oggi vi segnalo il romanzo d'esordio di Donatella Rodighiero, Il mare negli occhi, uscito a maggio.
L'autrice sarà anche con noi a breve per un'intervista.


"Se imparassi a guardarti con i miei occhi, scopriresti quanto sei bella."


TITOLO: Il mare negli occhi
AUTRICE: Donatella Rodighiero

EDITORE: PAV

TRAMA
Liliana convive con la certezza che la sua vita non possa mai cambiare. Fino al giorno che la fortuna si ricorda di lei. Ma il destino decide di mutare improvvisamente, quando meno se l’aspetta, come un’onda improvvisa. E per un’onda inaspettata, sul pontile di Forte dei Marmi, Liliana incontra per la prima volta Davide. Pochi minuti e lui se ne va. E nuovamente si convince che non lo rivedrà più. Ma il fato ha per lei altri progetti. Lo incontra la sera dell’inaugurazione del suo stabilimento, è il pianista e con la dolcezza con cui suona, le corde dell’anima di Liliana si smuovono. Da quella sera la sua vita cambia. Dovrà così combattere contro le sue convinzioni: L’essere sbagliata, non meritare nulla, i ricordi delle violenze subite. Ma non sarà così, Davide non è del suo stesso pensiero, uno sguardo è per lui amore, non vede i mille difetti che lei ha di sé. Ritrova con lui una nuova vita, amici e una famiglia, la protezione che non ha mai avuto. “Se imparassi a guardarti con i miei occhi, scopriresti quanto sei bella” E Liliana così fa. Dovrà però scontrarsi contro Anna, la madre di Davide che non l’accetta perché ritiene che lei non sia perfetta. Ma ogni mattina si sveglia con il mare negli occhi di Davide.

lunedì 3 giugno 2019

#ioleggoautoriemergenti - TEMA DEL MESE: estate, mare e vacanze

Buongiorno a tutti, amici!
Questo mese VCUC ospita nuovamente la presentazione del tema del mese di #ioleggoautoriemergenti. Nei mesi scorsi noi e Book-tique vi abbiamo consigliato titoli di generi diversi: fantasy classico, young adult, gialli, fantascienza, poesia e molto altro.
Per giugno, visto l'arrivo delle vacanze, abbiamo deciso di non focalizzarci su un genere specifico, ma di parlare, appunto, di estate, mare e viaggi.

Per Marta i tre mesi estivi sono periodo di letture sfrenate: in poche settimane recupera tutti i libri che non è riuscita a leggere durante l'anno... e stiamo parlando di qualche decina ;)
Per me, al contrario, giugno e agosto sono parte della sessione d'esami e il tempo da dedicare alla lettura scarseggia. Normalmente sfrutto luglio, in particolare le settimane in cui sono via, per sprofondare tra le pagine e non riemergere più.

Voi dove amate trascorrere le vacanze? Mare, montagna o lago? Qualche altra stravagante soluzione?
Io personalmente amo il mare... anche se solo quando è calmo, tranquillo e poco profondo, visto che ho una paura matta dell'oceano, dell'acqua scura e dei fondali profondissimi. Mi piace, invece, osservare le tempeste... da debita distanza.

Bando alle ciance, procedo subito con le segnalazioni in tema.



 SEGNALAZIONI

giovedì 30 maggio 2019

ALEX INTERVISTA... Antonella Salottolo

Buongiorno amici!
Settimana scorsa vi ho segnalato il suo romanzo d'esordio e oggi è qui con noi per un'intervista... di chi sto parlando? Di Antonella Salottolo, autrice de Il fuoco, il vento e l'immaginazione.
Pronti per farle qualche domanda?




ANTONELLA SALOTTOLO


1. Buongiorno Antonella! Ti va di presentarti ai nostri lettori? Raccontaci un po’ chi sei.
Buongiorno! Grazie per l’ospitalità sul vostro blog! Sì con molto piacere. Sono una napoletana innamorata della sua città, amante del mare, dei viaggi, della buona tavola e della cultura orientale, in particolare del reiki, che adora scrivere. Laureata in filosofia, mi sono specializzata in marketing per occuparmi in particolare di web marketing e copywriting.
2. Se dovessi descriverti con solo tre aggettivi… quali sceglieresti?
Direi curiosa, eclettica e precisa.

mercoledì 29 maggio 2019

DIARIO VCUC: non professionisti ma professionali - il rispetto alla base della civiltà

Dialogare, e non urlare, è la soluzione.
Non vale per tutto, ma per molte situazioni sì.

Regola 1: nessuno di noi possiede la verità assoluta.
Vuol dire che ogni posizione è ugualmente corretta? No.
Ci sono elementi soggettivi ed elementi oggettivi, a seconda del tipo di discorso.
Entrambi possono essere portati a sostegno di una tesi; le due categorie non hanno, però, lo stesso peso nell'argomentazione.

Regola 2: possiamo anche sbagliare.
Conseguenza piuttosto logica della regola 1... non siamo infallibili, possiamo prendere un abbaglio e fare un passo indietro non ha mai ucciso nessuno.

Regola 3: non tutte le critiche vengono per nuocere.
Chi ci fa notare un errore spesso non lo fa per denigrarci, ma per aiutarci.

Regola 4: l'insulto non è mai la soluzione.
Insultare il nostro interlocutore non porta la ragione dalla nostra parte, dimostra, anzi, solo la nostra ignoranza.


Concludo subito questa breve lista di regolette per fare un annuncio chiaro e preciso.

Mi chiamo Giorgia Pollastri, ho quasi 21 e vivo in provincia di Milano.
Ho frequentato un liceo linguistico e ora studio Scienze della Comunicazione.
Gestisco questo blog (usando lo pseudonimo di Alex Astrid) in collaborazione con Emme e Marta; ho ideato, con la partecipazione di Emme, il programma radio letterario VCUC on air. Dal mese di giugno Officina Giornalistica pubblicherà un mio articolo a settimana. Ho organizzato l'iniziativa Books in the mailbox e al momento sto lavorando affinché si possano realizzare degli incontri con gli autori nelle biblioteche della zona.
Nella vita vorrei fare la giornalista in ambito culturale e mi piacerebbe (forse) aprire un'agenzia letteraria. Mi piacciono i libri, se non si fosse capito, e di questo mondo voglio vivere.
Sono giovane, sognatrice, creativa e testarda. Sono precisa e quasi maniacale nell'organizzazione dei miei impegni, ho alti standard di accettabilità e ci tengo a migliorare sempre di più.
In passato le critiche non mi piacevano, ora le accetto volentieri: solo con i vostri consigli posso correggere i miei errori.

Al momento non sono, e non siamo, professionisti: non siamo giornalisti, non siamo critici e ancora non abbiamo una laurea in questo ambito.
Siamo però professionali: mettiamo cura in ogni nostra attività e, in particolare, siamo molto diligenti per quanto riguarda l'analisi e il commento delle opere che leggiamo. Non siamo perfetti e non siamo Dio, non abbiamo la verità assoluta su nulla (vedi regola 1); tuttavia garantiamo la massima trasparenza, estrema onestà ed educazione in tutto ciò che scriviamo. Non c'è nulla di losco, nulla di segreto o di finto. Cerchiamo di promuovere al massimo gli autori che riteniamo validi, validi sulla base dei loro scritti, non per amicizia o denaro; esponiamo con cortesia ciò che non ci convince dei testi e siamo disponibili per ogni chiarimento.

Tutto alla luce del sole.
Siamo sempre e comunque aperti al confronto costruttivo, ma se volete un confronto deve esserci da entrambe le parti un'adeguata apertura: non siamo qui per lodare doti inesistenti. Potete commentare il nostro lavoro per aiutarci a crescere, noi cercheremo di fare lo stesso con voi.
Insulti e atteggiamenti da prima donna (o primo uomo) non servono a nessuno.
Ci teniamo a non ripetere alcune assurde esperienze passate.

Vi ricordo quindi che se siete interessati a una recensione o a un servizio di Beta Reading noi siamo qua.
I nostri giudizi sono gratuiti; le recensioni celeri (pubblicate entro un mese) hanno un prezzo che si aggira intorno al 10/15 euro a seconda del numero di pagina; il Beta Reading, con scheda di valutazione completa, idem.
I libri più interessanti verranno anche recensiti su Officina Giornalistica.
Questo è quanto. Tutte le info sono illustrate con chiarezza QUI. Se avete dubbi potete scriverci a vuoiconoscereuncasino@yahoo.com.


Grazie a tutti e buona giornata,

Alex



Attività in corso:
- Officina Giornalistica;


Progetti in via di sviluppo:
- nuova grafica per il blog/ cambio piattaforma;
- newsletter per autori e lettori;
- nuova campagna crowdfunding;
- collaborazione con le biblioteche della zona. 


lunedì 27 maggio 2019

SEGNALAZIONE: Inevitabile di Giada Obelisco

Di nuovo buongiorno!
Eccezionalmente oggi pubblico un secondo post... per segnalarvi l'uscita del romanzo d'esordio di Giada Obelisco: il libro si intitola Inevitabile ed è disponibile da oggi, 27 maggio, su Amazon. Per i prossimi tre giorni sarà in offerta a 0,99 euro.

 
«Quand’è che le cose si sono fatte così serie?», gli chiese pensierosa.
«Non lo sai?»
«Non con precisione».
«È facile. È stato quando abbiamo iniziato a ridere insieme».


TITOLO: Inevitabile
AUTRICE: Giada Obelisco
EDITORE: Butterfly Edizioni
GENERE: romantic suspence

TRAMA:
Giovani, belli e innamorati, Robert e Megan sono l'immagine della coppia perfetta che vive a Portland, in una casa da sogno con le finestre sul mare. Eppure, fino a pochi mesi fa, lui era un giramondo allergico ai legami e lei la fidanzata di Jeff, il suo migliore amico. Cosa è successo per cambiare le cose a tal punto? Mentre il mistero sul loro matrimonio scatena pettegolezzi, gelosie e antichi rancori, uno sconvolgente omicidio scuote la città insieme al furto di un progetto segreto. È Robert, capo della polizia ed ex spia della NSA, a seguire il caso. Ben presto i confini tra verità e bugia si assottigliano e, man mano che l’indagine prosegue, Robert scoprirà che, quando il colpevole si nasconde tra i volti conosciuti, proteggere chi si ama è impossibile. Lui stesso, in fondo, ha qualcosa da nascondere: il suo matrimonio con Megan non è altro che un accordo in cui amore e passione non sono previsti. Ma forse anche questa è solo un'altra bugia...


«Tu sei la ragazza più pura che io abbia mai conosciuto. Sei forte, anche se sei l’unica a non vederlo. Ne hai passate tante e ti sei sempre rialzata. Sai sorridere davvero, amare davvero. Sei un buon medico e non devi gettare via questa fortuna, perché nessuno sa consolare un bambino spaventato come fai tu». Sospirò. «E poi sei la mia amica, la mia complice. Non sei tu ad aver bisogno di me, sono io che ho bisogno di te. Da solo è tutto troppo difficile».



Che ne pensate? Vi ispira?
Vi consiglio di approfittare della promozione di lancio ;)

Alex

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...